Musica da guardare #18 : Neri per Caso

NPC_2_NPC_2016_SaM

 

L’appuntamento è alle ore 17:00 nello studio di registrazione della Elios Recording di Castellammare di Stabia, guarda un po’, a pochissima distanza da dove sono nato e cresciuto. Arriviamo carichi di quella vibrante sensazione che normalmente, in questi casi, definisco tensione, mentre ora no, ora è vibrante emozione. Intervistare un artista famoso è sempre una cosa strana, puoi trovarti di fronte qualunque tipo di personalità che in un attimo può buttare in fumo tutto ciò che avevi preparato, perché magari è stanco, magari è sbronzo, magari è stronzo; quando l’artista poi oltre ad esser famoso è anche un tuo idolo, la cosa è ancora più strana, perché oltre a quanto detto, puoi scoprire che è una brutta persona o che di artista ha ben poco. Fortunatamente, la fantastica Giovanna Liguori – Responsabile Ufficio Stampa – con la sua professionalità e disponibilità, ci aveva fornito tutte le condizioni e le istruzioni per rendere l’incontro più funzionale possibile.

 

 

Entriamo timidamente in questo studio nuovissimo, con un lungo finestrone da cui sembra che mare e Vesuvio si possano toccare allungando una mano, nella sala centrale c’è un sacco di gente che parla, qualcuno strimpella una chitarra, sono loro, sono i Neri per Caso. Mi sono sentito immediatamente a mio agio. Certamente quei visi mi erano familiari, ma ognuno di loro generava energia positiva, in quello studio c’era una sinergia immanente di cui anche io ho avuto un’immediata percezione. E’ difficile da spiegare.

Mentre Angela ed Antonella preparavano il set, mi avvicino al maestro Ciro Caravano che , seduto ad un maestoso Steinway&Sons Grancoda, accarezzando i tasti mi fa: ” Ray Charles cambiò mille donne, ma suonò un solo pianoforte, questo“. Uno strumento, in effetti, di una bellezza mozzafiato.

IMG-20160311-WA0003

 

Iniziamo con l’intervista, i ragazzi ci raccontano in modo dettagliato come e con che propositi è nato questo loro ultimo disco, ci spiegano il significato del 2.0 e cos’è oggi la loro arte. Ci raccontano aneddoti, ci descrivono come la musica ed i musicisti sono cambiati in vent’anni, Daniele ci descrive le difficoltà dell’inserimento in un progetto del genere e soprattutto di quando ha ricevuto la telefonata del produttore Nello Manvati che gli proponeva un incontro con i Neri per Caso. Ma è quando iniziano a cantare che restiamo incantati. Una cosa incredibilmente affascinante è il modo in cui si accordano prima di cantare: Ciro  (notoriamente uno tra gli orecchi assoluti più assoluti d’Italia) appoggia vocalmente e con il pianoforte la nota chiave e gli altri, in pochi istanti, si mettono in linea e partono. Ed è una cosa incantevole. Riescono ad elaborare un suono talmente compatto e fluido, tra ritmica, bassi ed alti che, anche essendo lì ad un metro da loro, non sono riuscito a capire chi faceva cosa. E’ come se fossero un unico organismo sonante, con un’ assenza tale di sbavature o individualità da produrre un’efficacia quasi meccanica, seppur con grande naturalezza.

Conclusa l’intervista, continuiamo a chiacchierare fumando una sigaretta affacciati al lungo finestrone, con il profumo del mare che ora inizia a liberarsi dell’inverno ed il vecchio Vesuvio che lascia passare il tramonto. Siamo arrivati innamorati di canzoni e siamo andati via affascinati dagli artisti, felici di potervi raccontare qualcosa in più di una band fatta di musicisti eccezionali. Fare musica per vent’anni è possibile solo se il concetto di “insieme” è realmente effettivo e c’è una cosa che credo possa essere il loro segreto, sulle loro bocche, tra tutti quei suoni e quegli sguardi d’intesa, c’era sempre il sorriso.

Un grazie particolare a Giovanna Liguori, Nello Manvati, Angelo Sorrentino e lo studio di produzione Elios Registrazioni Audiovisive 

Logo Elios 1

 

 

 

 

 

 

Riprese e Montaggio : Antonella Sabatino
Foto : Angela Ametrano

di Vincenzo Miele

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: